Bando B2B Digital Market, Regione Marche

Contributi a fondo perduto pari al 50% per l’accesso a mercati digitali B2B, nuove forme di commercializzazione e apertura di nuovi mercati tramite piattaforme digitali e software.

Sono ammissibili ai benefici le piccole e medie imprese della Regione Marche, ad esclusione dei Consorzi.

I contributi a fondo perduto sono pari al 50% delle spese ammissibili quietanzate, fino ad un massimale di € 7.000,00.

Il richiedente avrà diritto ad un ulteriore contributo aggiuntivo di € 1.000,00 qualora tutte le fatture presentate e quietanzate siano state emesse da imprese con sede legale nel territorio della Regione Marche.

Le spese ammissibili rendicontate devono ammontare ad un minimo di complessivi € 2.000,00.

Saranno ammesse a contributo le spese al netto di Iva e di ogni imposta con data fattura compresa tra il 01/06/2020 e il 30/11/2020.

Le spese per l’acquisto o l’affitto di dispositivi hardware non potranno superare il 50% delle spese ammissibili totali fatturate e quietanzate.

Le domande potranno essere presentate a partire dal 1 giugno 2020, con scadenza al 10 luglio 2020.

Sono spese ammissibili le spese per l’avvio della presenza e permanenza sulle seguenti piattaforme digitali e le spese per le attività di seguito elencate:

Software e piattaforme digitali integrate per il B2B, sia come servizio a canone mensile/annuale che come piattaforma dedicata, e per la gestione di sistemi per lo showrooming virtuale, dedicati alla presentazione di collezioni di prodotti ed alla raccolta di ordini B2B, alla gestione di fiere e presentazioni digitali, con elevati standard di integrazione nei sistemi informativi aziendali e di presentazione multimediale dei prodotto e con le seguenti caratteristiche:

– Canone per prima iscrizione e permanenza per software e piattaforme;
– Creazione e condivisione di un catalogo di prodotti con clienti e distributori;
– Canone iscrizione e permanenza per piattaforme web per la gestione di spazi di showroom virtuali;
– Creazione e implementazione sistemi integrati per la raccolta ordini;
– Modellazione 3D e non, di prodotti o spazi espositivi;
– Configuratori, 3D e non, di prodotto;
– Creazione e implementazione di sistemi di AR (realtà aumentata) e VR (realtà virtuale) per la presentazione di prodotti;
– Canone per prima iscrizione e permanenza piattaforme multi-azienda per la gestione di fiere virtuali e piattaforme B2B multi-brand;
– Integrazioni con ERP (Enterprise resource planning), CRM (Customer Relationship Management) o, in generale, con i sistemi informativi aziendali;
– Creazione e implementazione sistemi per la condivisione sicura di nuove collezioni e sistemi di tracciabilità delle interazioni cliente prodotto in spazi virtuali;
– Servizi fotografici, video, shooting.

Per i canoni periodici di permanenza sulla piattaforma e l’affitto dell’hardware ed software sarà calcolata la quota di spesa dal 01.06.2020 al 30.11.2020, sempre se debitamente quietanzata.

Non sono ammesse spese per piattaforme digitali B2C (salvo il caso di sovrapposizione o coincidenza della piattaforma B2C con la B2B) e per costi pubblicitari come ad esempio Social Media Marketing o SEO – Search Engine Optimization.

Sono ammissibili a contributo esclusivamente le spese, al netto dell’IVA, e delle analoghe imposte estere, sostenute dall’impresa richiedente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.